Postintensiva

BENVENUTI SU POSTINTENSIVA

Il primo portale per infermieri e pazienti sull’umanizzazione della terapia intensiva e sulla PICS

Umanizzazione della terapia intensiva nel mondo...

Valentina Mirto ci racconta la sua esperienza di umanizzazione in un ospedale inglese

In questo articolo Valentina, infermiera di terapia intensiva al Royal Berkshire NHS Foundation Trust, racconta la presa a carico dei pazienti affetti da “sindrome da post terapia intensiva”. 

 

Royal Hospital Trust

Il paziente dimesso dalla terapia intensiva Il rientro a casa, la PICS e l'umanizzazione della terapia intensiva

Il recupero dopo un ricovero in terapia intensiva è lungo e complesso e molto spesso la persona fatica a “riappropriarsi” della propria vita.

Le problematiche che il paziente deve affrontare nel post terapia intensiva si possono considerare dei veri e propri effetti collaterali della degenza in un reparto di rianimazione.

La ventilazione meccanica, l’immobilità, la somministrazione di sedativi, l’ambiente innaturale sono spesso alla base di sintomi fisici, psicologici e cognitivi che possono perdurare anche molti mesi dopo la dimissione. Questo è cosi’ frequente che la Society of Critical Care Medicine ha coniato, nel 2010, il termine di PICS (Post Intensive Care Syndrome).

Siamo un gruppo di infermieri e di pazienti convinti che l’umanizzazione delle cure nei reparti di rianimazione e l’applicazione di linee guida, purtroppo ancora poco applicate, possano migliorare moltissimo la qualità di vita dei pazienti dimessi dalle terapie intensive e nel periodo post intensiva.

Lo scopo di questo portale è di fornire agli ex pazienti e alle loro famiglie informazioni sul loro recupero e ai professionisti della salute (infermieri, medici, fisioterapisti, ecc) la consapevolezza che la presa a carico durante la degenza debba essere orientata all’umanizzazione della terapia intensiva e non puo’ non pensare al “post intensiva” .

Riteniamo inoltre che la condivisione delle esperienze da parte di ex-pazienti sia un aiuto a quanti stanno vivendo il post terapia intensiva.


Domande frequenti